Striano contro la violenza sulle donne, ma l’evento riesce a metà


1221

Si è conclusa da poco presso il Museo Civico di Striano l’iniziativa promossa per sensibilizzare e discutere sull’angoscioso e attuale tema della violenza di genere. L’evento è stato organizzato dal Comune di Striano, in collaborazione con la locale sezione dell’Anpana-Oepa, l’associazione nazionale per la protezione dell’ambiente, della natura e degli animali e con l’Uosm di Terzigno, l’unitá operativa di salute mentale.



Dopo i veloci e i rituali saluti e ringraziamenti da parte del sindaco Aristide Rendina, che di lì a poco ha lasciato la sala museale perché coinvolto in un impegno istituzionale a Nola sulla mobilità con esponenti della Regione, l’iniziativa è entrata nel vivo con i ragazzi diversamente abili del gruppo “Free Minds”. Questi ultimi si sono esibiti in un bellissimo e coinvolgente repertorio canoro, interpretando brani di musica leggera e popolare, guidati da Carmen Perna e dallo staff di operatori dell’Uosm.

Particolarmente toccanti le poesie, recitate dagli stessi ragazzi, che al loro modo hanno dato “voce al silenzio”, quello che tristemente fa da sfondo a tutte le forme di violenza. Unica nota stonata, a margine di un’esibizione musicale pienamente riuscita, è stata la carenza di un dibattito specifico proprio sull’argomento oggetto della manifestazione.

É probabile che la mancata partecipazione – a quanto pare per incomprensioni organizzative – di un’associazione del territorio competente sul tema, abbia avuto le sue ripercussioni nel merito. Per fortuna gli operatori dell’Uosm di Terzigno e soprattutto i ragazzi del gruppo Free Minds hanno rimesso in carreggiata un’iniziativa importante e al tempo stesso sentita.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE