Ospedale di Pollena, no alla riapertura del pronto soccorso: potenziati cardiologia e anestesia


948

Niente riapertura del pronto soccorso dell’ospedale “Apicella”, e la mozione del Movimento 5 Stelle si scontra contro l’assenza del numero legale: «È scandaloso che il consiglio regionale abbia evitato di esprimere un voto sulla mozione – ha attaccato Valeria Ciarambino, capogruppo dei pentastellati – I cittadini sapranno farsi un’idea su coloro che non li rappresentano. La nostra mozione parte da un’immagine che ha fatto il giro di tutti i media italiani, quella di pazienti adagiati su coperte distese sul pavimento nel pronto soccorso dell’ospedale di Nola».



Di mozione fuori bersaglio parla invece il Partito Democratico con il consigliere Loredana Raia. «Maggiore coerenza e soprattutto serietà quando si scrive una mozione. Se la sanità in Campania è commissariata ed il commissario non è il presidente della giunta regionale, è del tutto evidente che il Movimento 5 Stelle abbia sbagliato il destinatario della mozione sulla riapertura del pronto soccorso di Pollena Trocchia presentata in aula – ha detto – Ho visitato più volte con altri colleghi del gruppo consiliare l’Apicella e in questi mesi ci siamo confrontati con i direttori sanitari e aziendali del presidio registrando con soddisfazione la disponibilità ad elevare la complessità assistenziale, potenziando le specialistiche di cardiologia e anestesia, per offrire, con un servizio di Psaut avanzato, una risposta concreta e praticabile in tempi brevi».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE