Home Notizie La pipì fa infuriare Carla: Ranieri tifa Lele, Capasso barman e l’addio...

La pipì fa infuriare Carla: Ranieri tifa Lele, Capasso barman e l’addio di Piccolo

C’è carne a cuocere sui social network, con alcuni amministratori che si sono presi qualche “licenza” facilitandoci il compito di fargli le pulci sui social. La vicenda “più calda” – è veramente il modo di dire – arriva da Poggiomarino dove l’assessore Carla Merolla ha beccato dalla finestra un signore – sembrerebbe candidato con una delle coalizioni sconfitte in primavera – mentre si lasciava andare in strada. Merolla scrive: «È severamente vietato fare pipì sulla parete della casetta dell’acqua in Piazza Santissimo Rosario di Flocco.  Ovviamente il divieto è imperativo anche nei confronti dei candidati alle recenti elezioni amministrative… capisco la rabbia (che dovrebbe essere della sconfitta) ma non si fa».

È invece in pieno clima di Sanremo il sindaco di Terzigno, Francesco Ranieri, che in vista della finalissima delle “Nuove Proposte” in programma stasera, ha ripreso la foto che si è scattato in città insieme a Lele ai tempi di Amici di Maria De Filippi: «Sono trascorsi solo due anni ma sapevamo di trovarci dinanzi ad un fenomeno. Forza Lele». Il primo cittadino di Ottaviano, Luca Capasso, si mette invece direttamente alla macchinetta del caffè, stanco forse dell’attesa troppo lunga al banco: «Sa fare tutto», posta l’amico che ha immortalato il momento».

Infine c’è l’addio, il commiato di Pasquale Piccolo, ormai ex sindaco di Somma Vesuviana le cui dimissioni sono adesso irrevocabili. Piccolo lascia con una lettera, ed ecco un passaggio: «Le mie dimissioni prescindono dall’assurda vicenda giudiziaria di cui sono stato vittima, esse sono la conseguenza inevitabile del comportamento apolitico e ricattatorio di alcuni consiglieri che dall’inizio del mio mandato hanno ostacolato quanto di positivo provassi a fare per il mio paese».

Posting....
Exit mobile version