La comunità di San Gennaro Vesuviano si è svegliata questa mattina come un pugile suonato: il terribile suicidio di Antonio Nappi, conosciuto da tutti come Antonello, ha sconvolto l’intera città. L’uomo, infatti, ha provato a sfondare un guardrail in Molise con il proprio tir, ma non essendoci riuscito è sceso dal mezzo pesante e si è lanciato nel vuoto.

La notizia è arrivata quasi subito a San Gennaro, dove Antonello Nappi era molto conosciuto. Un uomo per bene ed un grande lavoratore, il 46enne. Purtroppo, dicono amici e conoscenti, non aveva forse mai superato il dramma più grande quella della morte del figlioletto di soli 3 anni ucciso dalla leucemia.