Incidente mortale in via Fontanelle a Pompei. Nell’impatto ha perso la vita Salvatore Cottone, di 37 anni, di Pimonte. Secondo una prima ricostruzione fatta dal colonnello Gaetano Petrocelli e dal capitano Ferdinando Fontanella, rispettivamente comandante e vicecomandante della Polizia Municipale che coordinano le indagini, il conducente ha perso il controllo della Lancia Musa cui viaggiava. L’incidente è avvenuto in una doppia curva nella periferia sud della città del Santuario, a causa dell’alta velocità.

L’auto è andata a sbattere frontalmente contro un palo di cemento armato dell’illuminazione pubblica. L’uomo, che non indossava la cintura, per il forte impatto è stato sbalzato via dal posto di guida e catapultato nella parte posteriore destra dell’auto. È stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per estrarre l’uomo dalle lamiere dell’abitacolo. Il 37enne sarebbe deceduto sul colpo per il grave trauma riportato al volto.

Il medico del 118, giunto sul posto dopo 9 minuti dalla richiesta di aiuto, ha potuto solo constatarne il decesso. Il magistrato di turno della Procura di Torre Annunziata, Maria Benincasa, ha liberato la salma, non essendoci altre persone coinvolte nell’incidente, disponendone il trasferimento nell’obitorio del cimitero di Castellammare di Stabia e mettendola a disposizione della famiglia per i funerali.

Gli agenti municipali, attraverso le testimonianze di altri automobilisti che hanno assistito alla carambola della Lancia Musa, stanno ricostruendo gli attimi che hanno preceduto l’incidente stradale in cui ha perso la vita il 37enne di Pimonte. Qualcuno afferma di aver visto la macchina procedere ad altissima velocità, andare a sbattere contro il marciapiede della prima curva di via Fontanelle e procedere diritto come un proiettile fino all’impatto violento del tetto dell’automobile contro il palo di cemento armato.