È in vista la ripresa per il completamento della rete fognaria anche nel comune di Ottaviano che a breve sarà interessato da interventi di Arcadis, l’Agenzia regionale campana per la difesa del suolo. Il problema da risolvere è quello comune a molte città limitrofe: gli allagamenti. Intanto è stato approvato lo schema di bando di gara per l’affidamento del rilievo piano-altimetrico e della videoispezione della rete fognaria realizzata nel territorio comunale di Ottaviano, operazione propedeutica al suo completamento.

L’inizio degli interventi, di importo omnicomprensivo di circa 8 milioni e mezzo di euro, è datato 2006, ormai undici anni fa, dunque. Da allora, però, il consorzio che aveva vinto la gara d’appalto per i lavori ha provveduto alla cessione in affitto di rami d’azienda, con una prima perizia di variante dei lavori alla quale ha poi fatto seguito una seconda, e con gli interventi poi bloccati a seguito della risoluzione del contratto di appalto per grave inadempimento alle obbligazioni concordate.

Lavori che adesso vanno ripresi da dove sono stati interrotti, dopo avere recuperato le mappe delle opere eseguite dalla vecchia ditta affidataria. La procedura è di urgenza «considerata – si legge sul documento ufficiale con cui si approva il bando di gara – l’urgenza di completare le opere». Solo 15 i giorni di tempo previsti per la ricezione delle offerte.