500 euro da investire, tra migliorarsi e… osare


663

In una situazione economica europea che versa in crisi da tempo, sono in pochi i fortunati che possono disporre di un capitale da investire. Attenzione però a non sottovalutare la possibilità di investire una somma, apparentemente piccola, su base periodica o in alternativa in un’unica soluzione. Il caso che andremo ad affrontare, riguarderà l’investimento di una somma pari a 500 euro: la difficoltà nel far fruttare una tale somma dipenderà in gran parte dalla frequenza con cui investiremo, come ben suggerito anche da Investire 24.



Innanzitutto, come è lecito aspettarsi, è più difficile far fruttare 500 euro se investiti una sola volta: basti pensare che anche i conti deposito meno esigenti richiedono di attivare una somma pari ad almeno 1000 euro.

Una prima alternativa può essere aprire un conto per effettuare trading Forex: molte piattaforme online mettono a disposizione conti attivabili anche con solo 100 euro. La condizione necessaria per rendere fruttuoso un movimento di questo tipo è un approfondito studio del mercato Forex: non bisogna assolutamente farsi abbindolare da pubblicità che promettono facili e grossi guadagni nell’immediato in quanto, come in ogni mercato, il rischio di perdita è sempre presente e molto di frequente il proprio guadagno sarà il risultato, sul lungo termine, di una somma di piccole transazioni favorevoli.

Con soli 500 euro da spendere in soluzione unica, l’altra possibilità è investire per migliorare sé stessi: ad esempio si può frequentare un corso di formazione o investire nell’imparare una lingua. Tali miglioramenti sono a tutti gli effetti degli investimenti in quanto vi permetteranno di accedere a posizioni lavorative o imprenditoriali con prospettive di guadagno maggiori.

Già più facile si presenta il caso in cui si possano investire 500 euro su base annuale. In tal caso la prima possibilità è investire tale somma nell’acquisto di titolo di stato ma attenzione: anche in questo caso raramente sarà possibile ottenere un titolo muovendo somme inferiori ai 1000 euro; per tale ragione sarà necessaria un’accurata ricerca di operatori che offrono la possibilità di frazionare tali titoli.

Altri titoli adeguati a tale situazione sono i buoni postali, da preferire della durata maggiore possibile in base alle proprie esigenze. Ben diversa diventa la situazione qualora si disponga di 500 euro da investire mensilmente: si parla infatti di una somma pari a 6000 euro annui.

Una prima possibilità è quella di investire nell’acquisto di obbligazioni, che sono titoli dal guadagni basso ma garantito. In alternativa si può pensare di attivare un piano di accumulo, ovvero un fondo di risparmio che consente di modificare il capitale investito e quindi andare ad aumentare i guadagni ogni qual volta si immettono altri soldi.

Per i più ambiziosi si può invece considerare l’opzione di avventurarsi sul mercato azionario, tenendo però bene a mente che la Borsa offre possibilità di grossi guadagni ma che questi sono, inevitabilmente, accompagnati dal rischio di investimenti infruttuosi.

Infine per chi possiede degli immobili, un’opzione molto valida è quella di investire il proprio capitale in una ristrutturazione che ne incrementerà il valore di mercato.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE