Uccisi dagli uomini di Cutolo, oggi si commemorano il carabiniere-eroe e la 16enne Rosa Visone


2717

Oggi è il 35esimo anniversario dell’assassinio del carabiniere Luigi D’Alessio (nella foto) e della giovane Rosa Visone. L’associazione Libera Torre Annunziata “Pastore e Staiano”, «li ricorda con affetto e gratitudine». L’8 gennaio del 1982, il maresciallo dell’Arma, 41 anni, era in servizio di perlustrazione per Torre Annunziata, come tante altre volte. La sua attenzione fu richiamata da una vettura con quattro persone a bordo. Tra i passeggeri riconobbero due pericolosi camorristi, legati al clan Cutolo, latitanti da tempo.



Nonostante la modestia del loro veicolo, inseguì e fermò i malviventi. D’Alessio scese e chiese i documenti, ma fu sorpreso dalla estrema rapidità con cui furono sparati numerosi colpi di pistola. Il maresciallo cadde esanime, con il corpo crivellato dai proiettili, mentre i colleghi rimasero feriti. A terra, però, restò anche il corpo senza vita di Rosa Visone, di appena 16 anni. Il colpevole fu arrestato.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE