Sconto in Appello per lo spacciatore di Pompei del clan Gionta, Giuseppe Bruno, 27 anni, che venne travolto dall’inchiesta “Alta Marea”: il giovane in secondo grado ha ottenuto 5 anni di pena contro i 12 e 4 mesi del primo grado di giudizio con cui sarebbe rimasto in carcere ancora piuttosto a lungo. Adesso per il pusher della camorra vesuviana c’è la possibilità a breve di lasciare il carcere.

A riportare la notizia è il quotidiano Roma in edicola questa mattina che ha ripreso il secondo grado del processo contro la cosca torrese numero uno per quanto riguarda il commercio di sostanze stupefacenti. Lo spacciatore pompeiano era finito nella “rete” proprio per lo smercio di droga, ottenendo poi lo sconto di pena in secondo grado.