Rifiuti, la Regione stanzia i fondi per un sito di compostaggio a Pomigliano


691

«La prossima settimana incontreremo i Comuni interessati per sciogliere il nodo su chi fa le gare, intanto abbiamo individuato i 25 siti dove saranno realizzati gli impianti di compostaggio nella Regione Campania per il trattamento della frazione umida». Lo ha annunciato il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, specificando che la regione è concretamente a lavoro per sbloccare la questione dei rifiuti.



«Con il 2017 si apre una stagione interessante – ha evidenziato De Luca – allo stato attuale ha soltanto un impianto di compostaggio, a Salerno, ma ne saranno costruiti per l’applicazione del nuovo piano rifiuti che non prevede nuovi termovalorizzatori, quali? I 3 previsti dal precedente piano per il quale non si è fatto nulla e l’Ue ci ha multati. Abbiamo 800mila tonnellate di umido che vengono portati fuori regione con costi spaventosi che pesano sui nostri concittadini. Dobbiamo dimostrare un rigore spartano. Come? Mantenendo gli impegni, per esempio in alcuni stir si può già lavorare al combustibile secondario e questo lavoro potrà essere avviato già nel 2017».

«La Regione mette a disposizione 222 milioni di euro per la realizzazione degli impianti per i quali ha aperto a fine 2016 una manifestazione di interesse: gli impianti più grandi saranno finanziati con 24 milioni, i più piccoli con 12 milioni e dobbiamo decidere chi si assume la responsabilità. Faremo una riunione – ha annunciato De Luca – per chiedere a tutti i Comuni interessati se riescono a reggere la sfida sul piano amministrativo altrimenti la Regione dovrà caricarsi anche l’onere di fare i progetti e le procedure di gara per realizzarli in fretta. Tra i siti per il compostaggio il Comune di Napoli potrebbe aver già indicato la zona di Napoli est. Le aree indicate sono su tutto il territorio, oltre all’area metropolitana di Napoli: Pomigliano, Afragola».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE