Retata antidroga dei carabinieri di Poggiomarino, che ieri hanno messo in azione uomini e mezzi per contrastare lo spaccio nelle piazze più “importanti” della città agrovesuviana. Numerose le perquisizioni, anche attraverso i cani del nucleo cinofili, che hanno fiutato persino piccole quantità di sostanze stupefacenti.

I militari dell’Arma, agli ordini del maresciallo Andrea Manzo, hanno fatto scattare i blitz a sorpresa particolarmente nei luoghi dove i pusher si riuniscono per vendere droga ai giovanissimi e sia nei locali di pertinenza di persone già fermate in passato con l’accusa di spaccio.

E la task force ha dato i propri risultati anche se non sono stati trovati grossi quantitativi. L’irruzione dei carabinieri ha comunque portato ad una denuncia per spaccio di stupefacenti ai danni di un uomo del posto, già noto alle forze dell’ordine per reati specifici e che è stato trovato in possesso di alcune dosi di cocaina, hashish e marijuana. Dopo essere stato portato in caserma, il pusher è stato rilasciato e denunciato a piede libero con l’accusa di possesso e spaccio di droga.

Altri due gli episodi dove le forze dell’ordine sono riuscite a rinvenire sostanze proibite: si tratta di due pregiudicati poggiomarinesi già più volte fermati nel corso del tempo: uno è stato trovato in possesso di tre dosi di marijuana, l’altro invece aveva una dose di cocaina. Per entrambi è scattata “soltanto” la segnalazione al prefetto quali assuntori di stupefacenti.