Polizia municipale, San Giuseppe rinuncia a sorpresa al “comandante-sceriffo”: Cirillo va via


3767

Colpo di scena a San Giuseppe Vesuviano: Ciro Cirillo non è più il comandante della polizia municipale. In effetti il contratto a tempo determinato siglato con l’Amministrazione guidata dal sindaco Vincenzo Catapano sarebbe scaduto domani, ma a sorpresa è giunta la notizia che le parti hanno deciso di non rinnovare la collaborazione, nonostante il proseguimento del rapporto di lavoro sembrasse scontato.



Ufficialmente il motivo del divorzio con il “comandante-sceriffo” sarebbe stata l’indisponibilità dell’ufficiale a lavorare a tempo pieno e non a tempo parziale come invece avvenuto sin dall’inizio del rapporto tra lo stesso Cirillo ed il Comune sangiuseppese. L’Amministrazione cerca infatti un comandante dei vigili urbani che operi per 36 ore settimanali, offerta che Cirillo, secondo il decreto del primo cittadino, avrebbe rifiutato.

Cirillo è l’uomo che nell’area vesuviana ha avviato una pratica certamente poco ortodossa ma efficace, come quella di aprire i sacchi di rifiuti lasciati in maniera criminale tra le campagne al fine di identificare gli sversatori: una pratica che poi è stata copiata da altri comandi della zona. Dalla sua parte l’ufficiale era anche riuscito a stanare diversi “furbetti delle buche”, quei cittadini che tentavano di truffare il Comune fingendo di avere danneggiato la propria vettura tra le strade urbane. La notizia dell’addio dell’ormai ex comandante sta provocando non poco clamore nella cittadina vesuviana.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE