Poggiomarino, caos davanti all’area mercatale: aggredito ausiliare del traffico


1502

Momenti di tensione, ieri mattina, durante il mercato settimanale di Poggiomarino. Nel corso della fiera locale, infatti, un uomo ha aggredito uno degli addetti al parcheggio che lavorano per la ditta appaltatrice del Comune. Non è chiara la dinamica di quanto sia accaduto, ma diversi testimoni sul posto hanno osservato una persona uscita da un’automobile davanti all’area mercatale “Mimmo Bonagura”, dove si tiene il mercato settimanale, ed avvicinarsi in maniera furtiva verso il vigilino che è stato prima spintonato e poi colpito con un pugno verso il volto ed infine con un calcio.



Per fortuna il malcapitato è riuscito a schivare in parte il “cazzotto” che non è andato del tutto a segno, evitando dunque danni peggiori. La vittima non ha accennato ad alcuna reazione, mostrando molto sangue freddo, mentre l’aggressore si è allontanato anche grazie all’intervento di alcune persone presenti sul posto e di qualche venditore ambulante che aveva notato la scena. In tanti aveva creduto che le violenze fossero scattate in seguito ad una multa contestata o a qualche provvedimento riguardante le strisce blu, ma nei confronti dell’uomo non è stata elevata alcuna contravvenzione né tantomeno i due avevano avuto alcun confronto di natura verbale.

Secondo quanto appreso in seguito, infatti, il vigilino sarebbe rimasto vittima di un raptus innescato da parte di un uomo già in cura in un centro d’igiene mentale, che probabilmente in quel momento deve essersela presa senza motivo con la “divisa” presente davanti al complesso di via XXIV Maggio per regolamentare il traffico ed i parcheggi. Alla fine del turno di lavoro, l’ausiliare si è recato al pronto soccorso del più vicino ospedale per farsi medicare le lievi ferite riportate nell’aggressione a quanto pare del tutto gratuita. Al momento, per i fatti, non è stata sporta denuncia, probabilmente anche a causa delle conseguenze che fortunatamente sono state minime per la vittima.

Resta, tuttavia, il clima di pericolosità in cui lavorano polizia municipale e particolarmente i “vigilini” in determinate aree dell’area vesuviana. In città limitrofe, infatti, sono diverse le aggressioni motivate da multe contestate ai danni degli uomini in divisa, mentre a Poggiomarino si ricorda un solo episodio risalente a circa dieci anni fa, quando per la prima volta la città sperimentò le strisce blu poi riprese dalla prima Giunta dell’attuale sindaco, Leo Annunziata.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE