Pestava, aggrediva e minaccia di morte la madre pur di farsi dare i soldi: e non era a causa di una dipendenza per droga come spesso succede, bensì per fare la cosiddetta “bella vita” e mantenere l’automobile così come portare le donne a cena e andare in vacanza. Dopo anni di vessazioni è stato arrestato un 36enne di Pollena Trocchia, denunciato dalla stessa madre.

Il mese scorso, così come riportato dall’edizione online de Il Mattino, infatti, la donna si è recata dai carabinieri per segnalare l’ennesima aggressione subita a scopo di estorsione da parte del figlio, che continuava a pretendere contanti o oggetti di valore da rivendere. Ieri mattina è arrivato il provvedimento di custodia cautelare che ha portato il 36enne nel carcere di Poggioreale.