Per la giornata odierna, quella in cui la Chiesa ricorda San Sebastiano Martire, il Nolano ha deciso di stringersi intorno a don Fernando Russo, il parroco di San Paolo Belsito, originario di Sant’Anastasia, che è stato di recente minacciato dalla camorra. In tanti, infatti, parteciperanno alla Santa Messa delle 18 nella parrocchia del sacerdote anticlan.

L’invito, tra gli altri, è partito direttamente dal comandante della polizia municipale di Nola che ha approfittato dell’occasione per i festeggiamento del protettore degli agenti. Don Russo, infatti, negò l’inchino della statua del Santo davanti casa di uno dei boss locale, e come riposta gli fu inviata una lettera minatoria.