Dipendenti che timbrano e fanno passare numerosi badge anche per conto dei colleghi, donne che lasciano il lavoro per passeggiare con il cagnolino, altri che scambiano chiacchiere al bar mentre invece risultavano essere in un ufficio. Sono alcuni degli scatti “segreti” effettuati dai carabinieri di Nola che da tempo seguivano i presunti assenteisti.

Questa mattina, infatti, i militari dell’Arma, su ordine della locale Procura, hanno consegnato ben 63 avvisi di conclusione indagini ad altrettanti dipendenti della macchina comunale della città dei Gigli. Per tutta la mattina il municipio nolano è stato infatti assediato dalle forze dell’ordine. Intanto l’Amministrazione non si è ancora espressa sull’accaduto.