Home Notizie De Luca all’ospedale di Nola inaugura la nuova rianimazione e viene contestato

De Luca all’ospedale di Nola inaugura la nuova rianimazione e viene contestato

«Siamo venuti a Nola per fare un’operazione verità». A dirlo è il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, durante l’inaugurazione del nuovo reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Maria della Pietà di Nola. «Torno solo per un attimo alla vicenda degli ammalati curati per terra – dice il governatore – perché quell’immagine ha falsato quella che è la realtà della nostra sanità, fatta di grandi professionalità. Abbiamo accertato che uno dei pazienti messi a terra era stato posizionato di lato per evitare rigurgiti, mentre l’altro era sottoposto a massaggio cardiaco».

De Luca ha incontrato due dei dirigenti medici che erano stati sospesi e poi, pochi giorni fa, reintegrati nell’incarico. «Abbiamo compiuto tutte le verifiche del caso e se emergeranno responsabilità prenderemo le dovute decisioni. In due anni diventeremo la prima sanità d’Italia. Sfido chiunque ad operare nelle condizioni in cui operiamo noi, ma si volta pagina, chi lavora nella sanità sappia che non ci saranno più padrini e padroni politici».

«Inauguriamo un reparto di assoluta eccellenza, la rianimazione che rappresenta il simbolo di quello che è davvero questo ospedale che diventerà un polo importante che copre un territorio di 600mila abitanti», ha poi detto in relazione all’apertura del nuovo reparto dopo avere subito qualche contestazione all’esterno della struttura ospedaliera: «C’è un’attrezzatura all’avanguardia avremo altri segnali di attenzione verso questa struttura – aggiunge De Luca – Adegueremo altri reparti, due nuove sale operatorie a 106 passeremo a 130 posti letto. Ma pensiamo di aggiungerne ulteriori cento ma pensiamo di collocare qui altri cento posti letto».

De Luca spiega che «abbiamo altri obiettivi che riguardano la griglia dei Lea e già da quest’anno ci attesteremo alla metà della griglia dei Lea. Entro la fine della primavera aprire il pronto soccorso dell’Ospedale del Mare e quello pieno del Cto».

E infine: «Io sono l’unico che ha rispettato il lavoro di medici, e infermieri, non certo quelli del passato. Sono l’unico che ha avuto il coraggio di riaprire i pronto soccorso. Non quelli che per anni sono stati latitanti».

Posting....
Exit mobile version