Crisi occupazionale e precariato, Striano fa ricorso ai “buoni lavoro”


409

Attraverso un bando pubblico l’amministrazione comunale di Striano ha reso noto che a seguito dell’adesione del comune stesso per mezzo di un’apposita delibera di giunta comunale all’avviso pubblico denominato “Manifestazione di interesse da parte degli Enti pubblici della Regione Campania che si renderanno disponibili allo svolgimento di prestazioni occasionali di tipo accessorio”, è indetta una selezione pubblica per la formazione di una particolare graduatoria.



Quest’ ultima infatti sarà mirata all’individuazione di lavoratori da impegnare in attività lavorative di pubblica utilità sul territorio comunale mediante lo svolgimento di prestazioni di lavoro occasionale di tipo accessorio retribuito con buoni lavoro (voucher), che saranno erogati dalla Regione Campania previa l’eventuale approvazione di una “breve lista” nei limiti delle risorse disponibili.

I lavoratori, che aderiranno al presente avviso, saranno impiegati nello svolgimento delle attività lavorative di seguito elencate: servizio di monitoraggio sulle strade demaniali, comunali e provinciali finalizzato alla prevenzione del fenomeno del randagismo e sull’esistenza di situazioni di dissesti stradali o in ogni caso di situazioni di insidie e trabocchetti (in particolare, diretto al monitoraggio di situazioni relative ad allagamenti territoriali); servizio di apertura biblioteca comunale; lavori di giardinaggio; lavori in occasione di manifestazioni, sportive, culturali, caritatevoli; lavori di emergenza; attività lavorative aventi scopi di solidarietà sociale (in particolare, mediante la collaborazione con gli istituti scolastici, le associazioni del territorio, forum dei giovani, centro sociale degli anziani); pulizia e manutenzione di edifici, strade, parchi e monumenti.

Il richiedente deve possedere tra i requisiti quello di non essere stato beneficiario, nel corso degli ultimi due anni, di alcuna indennità di disoccupazione e/o di altro sostegno al reddito. La scelta del candidato terrà conto dei seguenti criteri: la residenza nel Comune di Striano o nei Comuni limitrofi (distanti non oltre 30 chilometri); l’attestazione Isee – priva di difformità o omissioni – più bassa; la numerosità del nucleo familiare in carico.

Il modulo di domanda è disponibile sul sito del Comune e presso l’Ufficio dell’assistente sociale. La domanda dovrà essere presentata entro il 02/02/2017 all’Ufficio protocollo del comune di Striano oppure inviata al seguente indirizzo pec: protocollo@pec.striano.gov.it. Dalla casa comunale viene precisato che il lavoro occasionale accessorio – in base alla specifica normativa – è una modalità di prestazione lavorativa la cui finalità è quella di regolamentare le prestazioni occasionali che non sono riconducibili a contratti di lavoro, in quanto svolte in modo saltuario.

I destinatari dell’intervento, pertanto, pur beneficiando di una “piccola boccata d’ossigeno” sul fronte lavorativo, non acquisiranno alcun diritto ad essere assunti da parte del comune di Striano mediante rapporto di lavoro subordinato.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE