Di cosa si tratta? È il bando predisposto dalla Regione Campania denominato Ben-Essere Giovani – linea d’intervento Organizziamoci, finalizzato a stimolare la creatività e la capacità progettuale dei giovani campani. Sono stati stanziati per la misura 10 milioni di euro, allo scopo di far realizzare laboratori polivalenti locali destinati all’aggregazione giovanile e all’inclusione attiva nella società e nel mercato del lavoro.

Chi sono i destinatari? Ragazzi dai 16 ai 35 anni residenti nel territorio della Regione Campania. I beneficiari del bando, in qualità di soggetti proponenti, sono i Comuni singoli o associati che hanno nella propria disponibilità uno spazio pubblico destinato ad attività polivalenti giovanili, che presentino un progetto in collaborazione con associazioni giovanili del territorio, associazioni del terzo settore, organismi della formazione accreditati, associazioni culturali, sportive, soggetti privati non aventi scopo di lucro e imprese.

Quali sono le attività ammesse? Le proposte progettuali, della durata di 24 mesi, dovranno prevedere lo svolgimento di attività polivalenti che riguardano almeno due delle tre seguenti tipologie: A. laboratori per sensibilizzare i giovani alla cultura d’impresa e per l’attivazione di azioni di sostegno e accompagnamento alla creazione d’impresa e al lavoro autonomo; B. laboratori esperienziali nei quali i giovani partecipanti saranno coinvolti in situazioni di esperienze pratiche presso le stesse imprese del partenariato; C. laboratori educativi e culturali, finalizzati a promuovere attività di animazione giovanile per la crescita personale e l’integrazione sociale dei giovani sui temi della legalità, della cittadinanza attiva, dell’educazione e tutela dell’ambiente, della identità dei luoghi e delle comunità.

Quali sono i benefici? L’importo massimo del contributo varia in relazione alla dimensione della popolazione riferita al Comune o all’associazione di Comuni proponente come di seguito specificato: – fino a 5.000 abitanti contributo max € 50.000; – da 5.001 a 30.000 contributo max € 80.000; – da 30.001 a 50.000 contributo max € 100.000; – da 50.001 a 100.000 contributo max € 150.000; – superiore a 100.000 contributo max € 350.000.

Quali costi vengono finanziati? Le spese ammissibili sono raggruppate in base a n. 6 fasi del progetto e ad alcune macro categorie di costo: 1) preparazione, 2) realizzazione, 3) diffusione dei risultati, 4) direzione  5) valutazione, 6) costi indiretti.

Quali sono le scadenze? Con il Decreto Dirigenziale n° 1 del 10/01/2017 sono stati prorogati di 30 giorni i termini di scadenza per la presentazione delle domande, inizialmente fissati al 14 gennaio 2017 per i progetti da realizzarsi presso i Centri Polifunzionali (già completati e finanziati a seguito dell’Avviso pubblico di cui al Decreto Dirigenziale n. 284 del 28/07/2011) e al 13 febbraio 2017 per i progetti da realizzarsi presso spazi infrastrutturali pubblici di cui il comune ha la disponibilità.

Pertanto le domande potranno essere presentate fino al: – 13 febbraio 2017 per i progetti da realizzarsi presso i Centri Polifunzionali già finanziati nella precedente programmazione; – 15 marzo 2017 per i progetti da realizzarsi presso spazi nella disponibilità dei comuni. *fiscalista specializzata in fondi europei e incentivi alle imprese