«La condotta infedele degli impiegati comunali non rappresenta solo un affronto allo Stato, ma anche uno schiaffo ai tanti che, in tempi di crisi come quelli attuali, un lavoro non ce l’hanno». È netto il sindaco di Nola, Geremia Biancardi che dalle pagine del quotidiano Roma rompe il silenzio sull’inchiesta che ha portato all’emissione di avvisi di conclusione indagini a carico di 63 dipendenti del Comune accusati di assenteismo.

anche una donna passa i badge per i colleghi

Biancardi ha voluto esprimere il suo apprezzamento «ai carabinieri della compagnia di Nola che con la loro azione percorrono la strada della tolleranza zero nei confronti dei furbetti del cartellino». Biancardi spiega che «l’operazione dell’Arma rafforza l’impegno dell’amministrazione comunale, che già da tempo ha individuato nel contrasto ad ogni forma di assenteismo un obiettivo prioritario».