Home Cronaca Arsenale di guerra del clan Vangone: boss e affiliati fanno scena muta...

Arsenale di guerra del clan Vangone: boss e affiliati fanno scena muta davanti al Gip

Nessuna dichiarazione davanti ai giudici da parte di Andrea Vangone, il boss considerato a capo del clan Gallo-Limelli-Vangone, e dei suoi luogotenenti, Bernardo Fattorusso e Fabio Carpentieri. I tre sono stati arrestati in seguito al ritrovamento di un kalashnikov in una campagna di Boscotrecase a pochi passi dall’abitazione del ras.

I tre sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Torre Annunziata: sono accusati, a vario titolo, di detenzione di armi e munizionamento da guerra e violazione degli obblighi della sorveglianza speciale. Ad aggravare la posizione di Andrea Vangone e Fabio Carpentieri, il fatto che entrambi all’epoca dei fatti erano sottoposti alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale.

 

Posting....
Exit mobile version