Somma, l’avvocato de “Il Cenacolo”: «Il locale sequestrato non è nostro, grave errore dei Nas»


4596

Un errore da parte dei Nas che rischia di rovinare l’immagine del noto ristorante “Il Cenacolo” di Somma Vesuviana. È questa, in sintesi, la replica dei ristoratori dopo la nota diffusa dal nucleo antisofisticazione dei carabinieri che ha comunicato agli organi di stampa di avere chiuso un locale deposito riconducibile appunto alla nota e storica attività commerciale ai piedi del vulcano.



Spiega l’avvocato Luca Capasso: «Il locale perquisito e chiuso dai Nas non appartiene a “Il Cenacolo”, bensì ad un privato cittadino che aveva macellato un maiale conservandone le parti sottovuoto o con altri metodi. L’errore è gravissimo e chi ha sbagliato ne risponderà nelle sedi opportune». Insomma, a quanto pare quel deposito era solo adiacente a quello utilizzato normalmente dal ristorante che è giusto precisare non ha subito alcun provvedimento dall’ispezione avvenuta nella sede principale dove tutto è stato trovato in perfetta regola.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE