Pitbull aggredisce donna e il suo cane: momenti di terrore in piazza a Poggiomarino


2698

Momenti di paura nel primo pomeriggio di ieri nel cuore di Poggiomarino: un cane di grossa taglia impazzito ha infatti seminato il panico in piazza De Marinis e per catturarlo sono dovuti intervenire carabinieri, polizia municipale ed il servizio Asl degli accalappiacani. Tutto è cominciato intorno alle 14,30 quando l’animale sbucato dal nulla, un feroce pitbull, ha aggredito una donna che stava passeggiando con il proprio cagnolino in strada.



cane aggressivo

Le urla della padrona e degli animali hanno per fortuna attirato i custodi della casa comunale che in tre sono usciti e mentre due hanno messo in salvo la donna con la “bestiolina”, l’altro è riuscito ad allontanare il grosso randagio colpendolo ripetutamente. Per fortuna, insomma, sulla strada del cane si è parata una persona esperta in addestramento che con un po’ di forza ha evitato guai peggiori. Tuttavia, in quel momento in strada, è scattato il coprifuoco. Il pitbull è infatti rimasto a lungo in stato di allerta e chi aveva assistito alla prima aggressione ha evitato che qualsiasi essere umano potesse avvicinarsi.

Frattanto sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata e la polizia municipale, che hanno tenuto d’occhio l’animale fino a quando sul luogo non è giunta l’Asl allertata dal comandante della polizia locale. Il servizio degli accalappiacani ha comunque impiegato quasi mezz’ora per avvicinare il grosso cane, farlo calmare e riuscire a metterlo in una gabbia con lo scopo di impedire altri attacchi.

Nel momento in cui l’animale è stato reso inoffensivo è scattato anche un timido applauso da parte di chi stava assistendo alla scena, anche perché la bestiola è stata catturata senza fare ricorso ad alcuna violenza. Sul momento è stato accertato che il pitbull non aveva alcun collare al collo né nessuna medaglietta, ma sembrava ben nutrito oltre che addestrato ad attaccare. Nel centro veterinario dell’Asl saranno fatti altri controlli per appurare se il cane abbia il microchip e per verificare se sul corpo ci siano segni di eventuali precedenti lotte tra cani.

La paura, infatti, è che il pitbull possa essere scappato da qualche gabbia in cui era tenuto in maniera abusiva, per poi seminare il panico nel cuore di Poggiomarino, proprio ad un passo dalla residenza municipale. Intanto la donna attaccata insieme al proprio animale da compagnia ha sporto denuncia per l’accaduto.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE