Parassiti e muffe sugli alimenti: chiuso stabilimento della vergogna a Somma Vesuviana

9339

Quando i carabinieri dei Nas sono entrati in quello stabilimento di Somma Vesuviana non riuscivano a credere ai propri occhi: all’interno c’erano infatti tonnellate di conserve di verdure cariche di parassiti e di muffe, ortaggi che venivano confezionati per poi immessi sul mercato a conto terzi soltanto con un semplice lavaggio sotto l’acqua corrente per eliminare le tracce di insetti e del marciume.



alimenti-parassiti

I militari del Nucleo Antisofisticazione non hanno potuto fare altro che attuare un maxi-sequestro da oltre 8 tonnellate tra funghi, pomodori, zucchine, carciofi e cipolline: tutto era letteralmente invaso e ricoperto da ogni tipo di sporcizia, con grossi pericoli alla salute umana per un eventuale consumo. L’importo totale della merce portata via e distrutto, così come riportato da Il Roma, è di circa 40mila euro.

Il titolare dell’azienda, “La B.d.C.”, a Somma Vesuviana, in via Vignariello, è stato denunciato per le gravissime condizioni igienico-sanitarie rinvenute nel suo opificio, dove all’interno oltre al titolare operavano sei persone. Lo stabilimento è stato naturalmente chiuso e si stanno cercando i prodotti già distribuiti a grossisti e dettaglianti.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE