Natale al cimitero di Terzigno, ecco “l’albero dei ricordi” per lasciare un messaggio al caro estinto


508

Un inedito “Albero dei ricordi” per lasciare un pensiero scritto a chi non c’è più. Gesto simbolico, ma ricco di significato, quello che si può compiere nel periodo natalizio al Cimitero comunale di Terzigno. Quest’anno due alberi di Natale, sistemati in prossimità dei due ingressi del Cimitero, raccoglieranno tutti gli scritti dei tanti cittadini che faranno visita ai propri cari defunti in questo periodo.



Decorazioni, addobbi e luci colorate lasceranno spazio a messaggi, poesie, semplici pensierini e bigliettini che saranno raccolti dagli alberi natalizi. “Albero dei ricordi” che diventerà così il vettore per trasportare virtualmente pensieri e ricordi verso i cari che non ci sono più. Dopo le festività tutti i biglietti saranno raccolti in un’urna sigillata e custodita nella Chiesa del Cimitero.

Sono stati installati i due grandi alberi, su richiesta dell’Amministrazione comunale ed in particolare dal vicesindaco Francesco Nappo, con delega cimiteriale, già da qualche giorno e numerosi sono gli scritti che sono stati lasciati appesi ai due alberi, allestiti all’ingresso con tavolino, penna ed il biglietto su cui poter scrivere. Vi sono anche delle piccole buste di plastica trasparente per proteggere i bigliettini in caso di pioggia.

«Dopo i tristi eventi che hanno colpito il nostro Cimitero – dichiara Francesco Nappo – bisogna dare necessariamente un segnale di affetto ed un’attenzione maggiore ai nostri cari defunti. Oltre ai due alberi posizionati all’ingresso, per questa simbolica ma toccante iniziativa, altre due attività sono state oggetto di attenzione per il Cimitero. Per la prima volta circa 250 loculi hanno un impianto di lampade votive ed a breve sarà possibile fare domanda per l’accensione, presto saranno a regime tutti i loculi con una lampada da accendere per i nostri cari che riposano lì. Inoltre – conclude Nappo – è stata sbloccata anche la procedura per l’assegnazione dei circa 60 loculi sulla base della graduatoria definitiva. Un’assegnazione che era bloccata da tempo e che abbiamo portato verso l’assegnazione definitiva».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE