La Ambrosio con Dema per il “No”, Carbone pensa alle fogne e Catapano alle donne: Bonito solidale

499

Referendum, annosi problemi del territorio e giornate internazionali. Tanti i temi “profondi” per SocialPolitk che apre la settimana con la vivace consigliera comunale di Terzigno, Tina Ambrosio, accanto al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, per il No al Referendum: «Continua la mia campagna referendaria per il No – scrive – durante la quale ho avuto modo di confrontarmi con numerose forze politiche. Ho avuto l’occasione di ascoltare le ragioni del No da un cultore del diritto, il sindaco Luigi De Magistris e dall’amico consigliere Metropolitano Francesco Iovino, ai quali rivolgo i miei complimenti per la loro brillante e prestigiosa performance. Adoro il confronto, riesco sempre ad imparare qualcosa di nuovo».



ambrosio-carbone

A Palma Campania è ancora lotta contro i problemi idrogeologici ed il primo cittadino Vincenzo Carbone va in sopralluogo insieme ai tecnici: «L’annoso problema degli allagamenti sul nostro territorio. Una vicenda che affonda le radici in un passato molto lontano, ma che ciclicamente emette i suoi effetti sul presente, provocando enormi disagi alla popolazione ogni volta in cui si scateni un temporale. Un problema che, nonostante i soliti buontemponi dell’opposizione lo attribuiscano a presunte negligenze della mia amministrazione, è generale e riguarda tutti i comuni della zona, compresi quelli amministrati da sindaci a loro amici. Insieme ai tecnici della provincia, abbiamo effettuato un sopralluogo a via Nola, nei pressi del mobilificio Castaldo, una delle zone più interessate dal fenomeno, al fine di capire quali potrebbero essere le opportune soluzioni. Il mio ruolo si membro della città metropolitana mi consente ora di occuparmi a più ampio raggio delle vicissitudini che attanagliano il nostro territorio, ed io mi sto già prodigando per rendere la mia elezione un’opportunità per tutto il paese».

Giornata “rosa” per la fascia tricolore di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, che ha lasciato un bel messaggio per tutte le vittime: «È stata la giornata contro la violenza alle donne. Ringrazio, sin da ora la presidente, Maria Lucia Ambrosio e tutte le socie, una ad una. Porre in essere azioni idonee a tutelare la compiuta realizzazione dei diritti di ogni donna è un compito che oggi ciascuno di noi deve ritenere non delegabile e non differibile. Fino a quando ce ne sarà bisogno, utilizzeremo tutti gli strumenti in nostro possesso per salvaguardare le donne da ogni atto di sopruso, mediante reti di accoglienza e centri di ascolto antiviolenza. Lavoreremo, però, soprattutto affinché arrivi il giorno in cui non avremo bisogno di fare né l’una né l’altra cosa».

Infine l’assessore comunale di Poggiomarino, Angelo Bonito, che su Facebook scrive: «Intendo manifestare la mia solidarietà all’imprenditore poggiomarinese, di cui non conosco nemmeno il nome, che, come apprendo da notizie di stampa, l’altra notte è stato oggetto di una violenta aggressione, pare connessa a motivi inerenti all’attività svolta. Qualunque siano le ragioni di una contesa, i dissapori nell’ambito di una rapporto di lavoro, i torti che si ritiene di aver subìto, la violenza non è mai giustificata: in nessun caso. Come ci ha insegnato Benedetto Croce, la violenza non è forza ma debolezza, né mai può essere creatrice di cosa alcuna, ma soltanto distruggerla».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE