Nel menu di Haccademia c’è da qualche giorno la pizza anticlan, non un pizza qualsiasi bensì realizzata con i pomodorini San Vito prodotto dalla cooperativa Giancarlo Siani che li raccoglie in un terreno confiscato alla camorra. La pizza, come scrive Ciro Formisano per il quotidiano Metropolis, si chiama appunto “Radio Siani” ed è un manifesto contro la camorra.

Il maestro pizzaiolo Aniello Falanga l’ha voluta preparare ed inserire nel suo menù: nulla di molto diverso da una montanara di grandi dimensioni ma con la particolarità appunto dello speciale pomodoro tra l’altro in via d’estinzione e del messaggio che lancia.