Un sopralluogo a Starza della Regina, nei pressi di Somma Vesuviana, dove si scava una Villa romana di grandi dimensioni che potrebbe essere stata l’ultima dimora dell’imperatore Ottaviano Augusto, è stato compiuto ieri dal professor Satoshi Matsuyama, della Imperial University di Tokio che finanzia i lavori dal 2002, dall’archeologo Antonio De Simone dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e dal funzionario della Soprintendenza archeologica della Campania Mario Cesarano.

scavi somma

«Sono stati scavati finora 2 mila 500 metri quadrati – ha detto De Simone – e ci aspettiamo di scavare una superficie almeno pari». L’ultima scoperta è quella di una enorme cisterna, di 30 metri per 10. Secondo gli archeologi, la Villa romana di Somma Vesuviana è databile ai primi decenni del II secolo dopo Cristo, ma al suo interno sono state trovate statue che risalgono a prima dell’eruzione del Vesuvio che distrusse Pompei ed Ercolano nel 79 dopo Cristo.