Continuano i controlli dei carabinieri della compagnia di Torre Annunziata e delle stazioni locali. E le scoperte contro la “Terra dei Fuochi” vesuviana non mancano mai. Si parte dai rifiuti, sempre sversati nell’ambiente ma vengono anche rinvenute altre situazioni di gravi irregolarità.

In particolare sanzioni sono state elevate a un deposito di bibite a Carbonara di Nola che impiegava un lavoratore a nero, a un opificio di Nola che non rispettava le condizioni d’igiene ed era privo del documento di valutazione dei rischi, a un opificio di Saviano non in regola con le norme sulla sicurezza e con i registri dei rifiuti.