Un’organizzazione in grado di comprare milioni di euro in tagli da 50 e 20 euro e reinvestirli, come se fossero veri, in tutta Europa con una semplicità e una velocità eccezionali. Una indagine della procura napoletana ha sgomitato l’organizzazione transnazionale con sede nel Napoletano arrestando 8 persone.

euro-falsi

È stato il lavoro investigativo del Nucleo di polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Napoli, con il supporto del Nucleo speciale di polizia valutaria di Roma e l’attività dell’Europol a portare al sequestro di milioni di euro riconducibili alla banda di falsari. La base dell’organizzazione era nella zona del Vesuviano e da lì le Fiamme Gialle sono entrate in azione per arrivare ad individuare gli specialisti che acquistavano direttamente dalle stamperie i soldi taroccati, in lotti da migliaia di euro e per un prezzo molto basso. Poi si occupavano di stoccare i pezzi acquistando in diverse zone dell’Europa centrale e dell’Est.