Violenza di genere, Artemide protagonista con il flashmob a Poggiomarino e nel grande corteo di Roma

554

Più di settecento studenti di tutte le scuole di Poggiomarino, quasi centocinquanta metri di strada occupata, più di quattrocento persone presenti: sono questi gli ingredienti che ieri hanno permesso la realizzazione del secondo “flashmob” dell’associazione Artemide, impegnata da anni sia attraverso un’opera di sensibilizzazione che di intervento nel combattere la violenza di genere soprattutto quella contro le donne, vittime troppo spesso di compagni, fidanzati, mariti o ex che dicono “io ti amo”, anche se poi nei fatti manifestano il loro “amore” picchiandole o facendo violenza psicologica.



artemide

Fin troppe volte le donne non denunciano per paura, ecco che quindi ieri è stata l’occasione per dire “basta”, “è arrivato il momento di cambiare”, un evento che aveva come scopo quello appunto di promuovere una nuova cultura del rispetto per la donna. All’evento di Artemide ha partecipato la Loco Dance Academy di Antonietta Conza, che nonostante non abbia mai potuto fare una prova generale con tutti i settecento studenti è riuscita ugualmente nell’impresa di realizzare una coreografia per questo “flashmob”.

Ha coordinato l’intero evento la giornalista Carmen Cretoso, inoltre erano presenti anche il dirigente del “Primo circolo Capoluogo” Carmela Prisco, la presidente di Artemide, Rosa Pepe, tutto il direttivo, il comandante della locale stazione dei Carabinieri di Poggiomarino, il maresciallo Andrea Manzo, oltre che una rappresentanza della polizia municipale.

Tutti gli interventi sono stati molto significativi come quello della dirigente del primo circolo che ha parlato dell’importanza del ruolo della scuola «quale sentinella di prevenzione di certi comportamenti e soprattutto quale luogo di educazione delle nuove generazioni per il rispetto altrui». Il sindaco Leo Annunziata ha voluto racchiudere il suo intervento essenzialmente intorno a questa frase «non cedete mai al primo impulso dell’ira: cedete sempre al primo impulso dell’amore».

Infine l’assessore Carla Merolla ha sottolineato «la strada da farsi per raggiungere una vera parità è ancora lunga». Alla fine l’evento è stato veramente un punto di ritrovo visto l’enorme successo di questa seconda edizione della manifestazione e le premesse sembrano spingere sempre verso una maggiore consapevolezza e partecipazione a queste manifestazioni.

Inoltre, oggi, reduci dal grande successo del flashmob con le scuole di Poggiomarino, le volontarie dell’Associazione Artemide Donna sono giunte in Piazza della Repubblica a Roma per prendere parte alla manifestazione nazionale #nonunadimeno. Una delegazione di professioniste, tra psicologhe ed avvocatesse, sta rappresentando in questo momento, Artemide in Italia. È la prima volta, dopo più di tre anni dalla nascita dell’Associazione che si batte per contrastare il fenomeno della violenza di genere, che Poggiomarino sfila tra le grandi realtà d’Italia in ambito sociale. Nel pomeriggio è partito il corteo che ospita donne da ogni parte d’Italia. Artemide avanza con loro. La metà è per tutte il rispetto, la dignità, la libertà di essere».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE