Nessuno dei bar, locali, caffetterie e fast food del centro di Poggiomarino e di viale Manzoni distribuirà alcolici dopo le 20. È l’accordo raggiunto dal comandante della locale stazione dei carabinieri, il maresciallo Andrea Manzo, e dai commercianti dell’area cittadina in seguito alle troppe intemperanze che sono state generate da comitive di extracomunitari ubriachi e che sostavano fino a notte inoltrata proprio davanti alle strutture erogatrici di alimenti e bevande.

rifiuti-alcol

Insomma, un pragmatismo essenziale e deciso, quello dei militari dell’Arma che attraverso il dialogo con le parti sono riuscite ad effettuare una piccola rivoluzione culturale senza ricorrere alla forza o alle ordinanze di carattere comunale. I locali della zona, infatti, sono stati tutti avvicinati ed il comandante ha spiegato le ragioni della richiesta, ottenendo il consenso degli esercenti ad interrompere l’erogazione di birre e di drink nelle ore serali e notturne.

Tutto in seguito alle proteste dei cittadini che ormai da qualche settimana lamentavano di essere ostaggio delle comitive di “beoni” molesti. In diverse occasioni, infatti, i residenti di viale Manzoni, di piazza De Marinis e delle traverse limitrofe avevano cominciato a denunciare danneggiamenti incontrollati di autovetture parcheggiate regolarmente negli stalli, comportamenti da atti osceni in luogo pubblico perpetrati particolarmente davanti a donne e ragazze anche se scese in strada, ad esempio, soltanto per buttare la spazzatura, e continue risse e schiamazzi anche nel cuore della notte, con tanto di rumori molesti che si sono verificati quando naturalmente tutti o quasi erano già a dormire.

Una situazione che stava diventando insopportabile e che il maresciallo Manzo ha immediatamente voluto prendere di petto, controllando da vicino il gruppo di extracomunitari nordafricani colpevole delle ingerenze, ma anche i locali che davano da bere e che, per carità, non commettono nessun reato se vendono alcolici a individui di maggiore età. E proprio durante queste ispezioni è scattata la chiusura del bar “My Way” di viale Manzoni pizzicato senza la licenza adatta all’attività svolta e che dovrà dunque mettersi in regola per riaprire definitivamente.

Intanto il “giro della città” effettuato dalle forze dell’ordine ha sortito i suoi effetti, e tutti i baristi dalla piazza fino lungo l’intera viale Manzoni non distribuiranno alcolici dopo le 20 e fino a mattina inoltrata. Frattanto i carabinieri manterranno il polso della situazione per evitare che qualche cliente possa pretendere le bevande con la forza o sotto minaccia. I militari dell’Arma, inoltre, sono intenzionati a seguire le comitiva per valutare se si sposteranno altrove al fine di dare sfogo alla propria “sete”.