Oggi per l’esordio della rubrica delle Top Ten vesuviane parliamo di stadi, quei templi del calcio locale, ma che hanno anche visto lo sport agonistico professionistico e tanti calciatori che poi hanno calcato i terreni più di altre categorie, come la B e la serie A ed in qualche caso persino l’Europa. Parleremo dei 10 dieci stadi più importanti, naturalmente secondo la nostra opinione…

stadio boscoreale

Una classifica che dunque non si basa esclusivamente su quanto sia bello o meno il complesso sportivo, o se sia ancora in funzione. Abbiamo cercato di miscelare anche il sudore che è stato sparso su quei rettangoli, insieme alla storia calcistica scritta davanti agli occhi dei tifosi. Basta cliccare sui numeri in basso per osservare la nostra classifica dei 10 stadi più importanti del Vesuviano.[nextpage title=”10. STADIO COMUNALE DI TERZIGNO”]

10. Stadio di Terzigno

Il comunale di Terzigno era il principale complesso sportivo calcistico del paese.
Situato presso la pineta di Terzigno, fu costruito sul punto più alto del paese per evitare il disturbo della quiete pubblica. Negli anni ’90 il comunale di Terzigno era uno dei più importanti stadi del Vesuviano, non solo perché conforme alle norme stabilite dalla lega per l’agibilità, ma anche per il passato glorioso della squadra locale, l’ACD Terzigno, che vanta numerose partecipazioni al massimo campionato dilettanti.

10-comunale-terzigno

Inoltre basti pensare ai diversi calciatori che hanno calpestato l’erba del comunale e che successivamente hanno raggiunto il professionismo, tra i tanti ricordiamo Gennaro Sardo attuale difensore del Chievo.
Così come è stato per il “Murialdo” di San Giuseppe Vesuviano, anche il comunale di Terzigno, dopo che il paese si è trovato privo di una squadra di rilievo, è stato abbandonato per anni e nel tempo non è stato affidato a nessuno perché è stato oggetto di contenzioso fra la ditta appaltatrice dei lavori e le varie amministrazioni comunali. Oggi resta ben poco del vecchio e glorioso stadio, infatti degli spogliatoi sono rimasti solo i muri portanti ed è stato depredato di tutto. Per ora non ci restano che gli splendidi ricordi degli anni ’90.

[nextpage title=”9. STADIO COMUNALE MURIALDO SAN GIUSEPPE VESUVIANO”]

Il “Murialdo” è stato il principale stadio di calcio di San Giuseppe Vesuviano ed è sito in via Del Campo.
L’impianto di San Giuseppe è uno degli stadi storici del vesuviano. Campo di mille battaglie, tanti sono stati i calciatori professionisti che sono passati per il “Murialdo” come avversari e non solo. Infatti questo stadio fu la casa della gloriosa Sangiuseppese che più volte partecipò a tornei professionistici.

9-murialdo-san-giuseppe

Attualmente lo stadio è abbandonato da anni e con il tempo, a causa dell’inutilizzo e della mancata manutenzione, è diventato una vera è propria discarica a cielo aperto, infatti sono in tanti a sversare cumuli di rifiuti intorno a via Del Campo. Proprio per questo motivo sono stati stanziati, dalla giunta comunale, dei fondi per ristrutturare lo stadio. I lavori saranno effettuati tra il 2017, dove verrà rimesso in piedi il campo, e il 2018 dove verrà rifatto il manto erboso, al fine di ridare l’agibilità allo storico “Murialdo”. La speranza è che, entro il 2018, il “Murialdo” diventi un punto di riferimento per San Giuseppe e non solo, in modo che le squadre locali e le varie scuole calcio del posto non siano costrette più ad emigrare nei comuni limitrofi per giocare.

[nextpage title=”STADIO COMUNALE VITTORIO POZZO DI BOSCOREALE”]

Lo stadio “Vittorio Pozzo” è il principale impianto sportivo calcistico di Boscoreale ed è situato in via Vicinale Passanti.
Realizzato negli anni ’60 fu chiamato così in memoria dello storico allenatore della nazionale italiana di calcio degli anni ’30 e ’40, unico commissario tecnico ad aver vinto per due edizioni di fila il campionato del mondo.

8-pozzo-boscoreale

Qualche anno fa il “Vittorio Pozzo” ricevette diverse opere di ristrutturazione come la costruzione della tribuna coperta, che può ospitare circa 500 persone, e della messa in opera del manto erboso sintetico di ultima generazione. Il “nuovo” stadio venne inaugurato il 15 ottobre del 2012 dove fu sottoposto a positivo collaudo della Lega Nazionale Dilettanti. Tuttavia, così come è stato per il “Mulitiello” di Striano, anche l’impianto di Boscoreale è rimasto chiuso da allora in attesa di essere affidato alle società sportive della zona, anche se ad oggi sono state bene tre le gare d’appalto per l’assegnazione dell’impianto annullate dal TAR della Campania. Intanto il “Vittorio Pozzo” è stato spesso oggetto di atti vandalici che hanno causato danni non indifferenti. La speranza è che questa situazione si risolva al più presto, al fine di evitare i vari spostamenti, nei comuni limitrofi, delle diverse società sportive e scuole calcio locali.

[nextpage title=”STADIO COMUNALE “]Il “Mulitiello” è il principale stadio di calcio del comune di Striano, sito in via Monte.
Attualmente, abbandonato da circa 2 anni, rimane l’ennesima opera incompiuta in Italia.
Infatti nel 2014 erano previsti lavori che avrebbero rimesso a nuovo tutto l’impianto, però gli stessi si sono fermati alla zollatura e la stesura del manto erboso, che da questo punto di vista rimane uno dei campi da gioco più all’avanguardia del Vesuviano e non solo.
7-mulitiello-striano

Oltre al terreno di gioco, erano previsti anche lavori per la ristrutturazione degli spalti, dell’impianto d’illuminazione e degli spogliatoi, che però sono rimasti quelli del vecchio “Mulitiello”. Secondo qualche ex assessore di Striano,  lo stadio risulta essere agibile e omologato finanche per il campionato di Prima Divisione, la vecchia serie C e basta poco per risolvere questa situazione incresciosa che costringe, squadre locali e di altri paesi, così come le varie scuole calcio del posto ad emigrare nei comuni limitrofi.

[nextpage title=”STADIO AGOSTINO DE CICCO DI SANT’ANASTASIA”]

Lo stadio “Agostino de Cicco” è il principale impianto sportivo calcistico di Sant’Anastasia ed è sito in via Romani a nord-ovest del paese.
Il nome dell’impianto è dedicato alla memoria del giocatore-allenatore del Sant’Anastasia morto durante una partita di calcio nel 1992. Lo stadio ha una capienza di circa 4000 spettatori ed è costituito da due tribune ed una curva, tutte sprovviste di copertura. Il campo di gioco è in terra battuta.

6-de-cicco-santanastasia

Nonostante sia in terreno il “De Cicco” resta uno degli impianti più importanti della zona vesuviana per capienza, anche se negli ultimi anni è stato trascurato fino a che un Gruppo Cooperativo Paritetico della zona ne ha vinto il bando di assegnazione e l’ha rimesso a nuovo. Stiamo parlando del “Gruppo Stella Splendente” costituito da 5 membri, ovvero: S.S.D. Stella Splendente a r.l., Red Blue Corner, Associazione Vesuviamoci, Coop. Soc. Chiari di Bosco, Proodos Consorzio di Cooperative Sociali, che hanno come obiettivo principale quello di sostenere le attività sportive, di promuovere e creare nuove iniziative di carattere sociale, di promozione territoriale ed infine di gestire servizi che possano aumentare il benessere dei soci e dei volontari. Grazie a questo gruppo e ai tanti volontari anastasiani, lo stadio ha ricevuto varie opere di abbellimento, che hanno riguardato le panchine, il terreno di gioco, gli spalti e l’obiettivo è quello di farlo diventare a breve uno dei migliori impianti del Vesuviano e non solo.
Attualmente lo stadio viene utilizzato per le partite casalinghe del Sant’Anastasia Calcio 1945 che milita nel campionato di Promozione e della Stella Splendente Sant’Anastasia che milita nel campionato di Prima Categoria.

[nextpage title=”STADIO FELICE NAPPI DI SOMMA VESUVIANA”]

Lo Stadio “Felice Nappi” è il principale impianto sportivo calcistico di Somma Vesuviana sito in via Santa Maria del Pozzo.
Chiamato così in memoria di un calciatore deceduto durante un incontro di calcio.
La struttura è dotata di due settori: i distinti per i padroni di casa e la curva per gli ospiti.

5-nappi-somma-vesuviana

Essa possiede un impianto di illuminazione che consente la disputa di gare in notturna. L’impianto ha una capacità totale di circa 2.500 posti di cui circa 500 per gli ospiti. Il campo di gioco è in erba naturale.
Lo stadio ha subito nel corso degli ultimi anni le stesse sorti della squadra locale, ovvero la Viribus Unitis. Infatti, in seguito ai fallimenti della squadra lo stadio è stato trascurato fino a che nel 2012 è stata disposta l’inagibilità per mancanza di requisiti strutturali e igienico sanitari. Successivamente alla rinascita della squadra locale anche lo stadio si è ripreso, in particolare negli ultimi mesi ha ritrovato il suo manto erboso.
La squadra che disputa attualmente le partite casalinghe al “Felice Nappi” è la Viribus Unitis 1917 che milita nel campionato di Prima Categoria.

[nextpage title=”STADIO COMUNALE DI OTTAVIANO”]

Il complesso sportivo sorge in Via Luigi Palmieri, Ottaviano, ed è stato inaugurato nel Luglio del 1976 con una grande festa organizzata sul campo da gioco per l’occasione. Si tratta del primo vero impianto di calcio del paese vesuviano dotato di spalti. Può contenere un massimo di 1000 persone. Il manto erboso, tra i più moderni della zona, è stato completamente rifatto in erba sintetica nel 2013.

4-comunale-ottaviano

Sul terreno del Comunale hanno militato diverse squadre tra cui l’A.C. Ottaviano, l’A.C. San Gennarello, il San Gennaro, la Riop San Giuseppe Vesuviano e viene utilizzato anche da alcune scuole calcio della zona. In passato ha ospitato anche, in una partita amichevole, la formazione Allievi del Napoli, guidata da Luigi Caffarelli.
Attualmente lo stadio viene utilizzato per le partite casalinghe dal Real San Gennarello che milita nel campionato di Prima Categoria.

[nextpage title=”STADIO COMUNALE DI PALMA CAMPANIA”]

Il Comunale di Palma Campania è il principale impianto sportivo calcistico del paese.
Sito in via Querce, con una capienza di circa 4000 posti, suddivisi in 4 tribune di cui una coperta, può considerarsi uno dei migliori impianti della zona vesuviana, infatti oltre alle squadre locali, lo stadio ha accolto anche squadre di altri paesi.

3-comunale-ottaviano

Importanza, però, derivante anche dal passato glorioso della squadra locale, l’US Palmese, che ha partecipato diverse volte a campionati professionistici e tanti sono stati i calciatori di rilievo che hanno calpestato l’erba del comunale, come Gennaro Sardo difensore del Chievo Verona,  Michele Nappi campione d’Italia con la Roma nella stagione 1982/83 e tanti altri.
Inoltre l’impianto di Palma Campania ha ospitato gli allenamenti della SSC Napoli 1926, quando quest’ultima a causa del fallimento nel 2004 si è ritrovata priva di un centro sportivo.
In seguito alla promozione in C2 della Palmese, nella stagione 2000/01, lo stadio subisce una serie di interventi di ristrutturazione come l’installazione, attorno al campo, di recinzioni in Plexiglass, che con il tempo però si sono opacizzate rendendo difficoltosa la visibilità della partita in certe zone dello stadio.
Il Comunale di Palma Campania viene attualmente utilizzato per le gare casalinghe dell’US Palmese 1914 che milita nel campionato di Eccellenza. Il terreno di gioco è in erba naturale.

[nextpage title=”STADIO SPORTING CLUB DI NOLA”]Lo Sporting Club è l’impianto sportivo calcistico appartenente al comune di Nola.
Questo stadio ha sostituito il “vecchio” comunale di Piazza d’Armi, che nel 2007 fu definitivamente abbandonato dalle squadre locali per far posto alla futura Cittadella della Cartapesta.

2-sporting-club-nola

Sempre nel 2007 lo “Sporting Club” fu attrezzato con un manto in erba naturale. Con la promozione dell’Atletico Nola in Serie D cominciano nel 2010 i lavori per l’installazione dell’erba sintetica: tali lavori si sono prorogati per tutta la stagione 2010-2011, costringendo a una stagione di trasferte forzate tutte le formazioni nolane. Nella stagione 2011-12 il rinnovato Sporting Club è stato ufficialmente inaugurato dal Nuvla San Felice, nella gara persa con il Licata. La struttura presenta una tribuna non coperta con annesso piccolo settore dedicato ai tifosi di casa; sul lato opposto agli spogliatoi è presente una piccola curva riservata ai tifosi ospiti. Nell’agosto del 2012 è stato presentato un progetto per consentire i lavori di ampliamento dello Sporting iniziati a metà agosto con lo smantellamento della curva dei tifosi di casa per poi annettere alla tribuna centrale due tribune in ferro. Lavori iniziati ma poi sospesi per tutto l’arco del campionato 2012-2013 costringendo le società nolane a circa 15 mesi di partite a “porte chiuse”. Lavori poi ultimati nell’estate del 2014. La struttura può ora ospitare circa 1296 spettatori.
Lo stadio è sito in via Seminario a Nola e attualmente viene utilizzato per le gare casalinghe dalla SS Nola 1925 che milita nel campionato di Eccellenza.

[nextpage title=”STADIO UGO GOBBATO DI POMIGLIANO D’ARCO”]L’impianto sportivo “Ugo Gobbato” è  lo stadio di calcio appartenente al comune di Pomigliano D’arco.
Questo stadio prende il nome dell’allora presidente dell’Alfa Romeo Ugo Gobbato, in quanto fu colui che riuscì a risollevare e riorganizzare le sorti dell’Alfa Romeo e a favorire nel 1938 l’apertura della  fabbrica di motori Avio a Pomigliano D’arco. Assassinato nel 1945, la città ha volut rendergli omaggio intitolandogli l’impianto sportivo.

1-gobbato-pomigliano

Lo stadio è situato a nord della città, tra via Ravenna e via Ugo Gobbato. La squadra cittadina, l’ASD Calcio Pomigliano, vi disputa le partite casalinghe dal 1944 (all’epoca Juve Alfa Pomigliano) e milita attualmente in serie D.
Il “Gobbato” ha una capienza di 1600 posti di cui circa 500 riservati alla tifoseria ospite, ed è in erba naturale.