Terzigno, Ottaviano e Boscoreale: chiuse 6 fabbriche, lavoratori schiavizzati e senza sicurezza


1304

I carabinieri della compagnia di Torre Annunziata a Terzigno hanno scoperto due opifici carenti dal punto di vista dell’igiene e della sicurezza. All’interno erano impiegati 7 lavoratori a nero, alcuni in stato di clandestinità. Mancante in un caso il formulario per lo smaltimento dei rifiuti. Sequestrate le attività e denunciati i titolari: un cinese 40enne e un bengalese di 32 anni.



opificio-fabbrica

A Boscoreale sequestrati altri due opifici. In uno, il titolare bengalese impiegava 5 lavoratori a nero e clandestini. Nell’altro, una cinese 37enne e una 45enne di Boscoreale denunciate per violazioni della normativa su di igiene e sicurezza.

Infine a Ottaviano è stato scoperto un opificio non in regola in materia di sicurezza sul lavoro e smaltimento dei rifiuti, che impiegava 4 lavoratori a nero e clandestini. In secondo opificio un 69enne del luogo impiegava 8 lavoratori a nero.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE