Soviero ci ricasca anche da allenatore: squalificato 3 mesi per «reiterati insulti all’arbitro»

2565

Gli appassionati del calcio dilettantistico avranno notato che l’allenatore della Palmese, il “fumantino” Salvatore Soviero, ha seguito i suoi ragazzi della Palmese dagli spalti durante il derby di eccellenza vinto 5 a 3 contro i cugini del Rus Vico. Ebbene, niente panchina per l’ex portiere di Serie A, che è stato squalificato per ben tre mesi a causa di reiterati insulti all’arbitro nel corso della precedente partita.



soviero

Soviero, e chi non lo ricorda, è l’estremo difensore immortalato dalle telecamere delle tv a pagamento del tempo che ne disse di tutti i colori “alla mamma” di un guardalinee per un calcio d’angolo che tra l’altro c’era, ma che secondo il portiere di Palma Campania era stato invece evitato. Altri episodi? La megarissa in Venezia-Messina in cui da solo mise knockout almeno sei o sette componenti della panchina siciliana, o ancora il gesto nei confronti di un supercampione come Alessandro Del Piero a cui mostrò l’orecchio come per dargli dell’omosessuale.

Insomma, il tempo passa ma il carattere ruvido e ribelle resta. Oggi, infatti, Salvatore Soviero allena la Palmese, la squadra della sua città che milita in Eccellenza ma che ha avuto un passato non di poco conto anche in Serie C2. E si è beccato tre mesi di squalifica, guarda caso, proprio per insulti contro un arbitro. Offese che sarebbero partite non solo dalla panchina, ma anche dagli spalti una volta espulso e persino nell’area degli spogliatoi a fine partita.

Ecco cosa recita il verbale del giudice sportivo di categoria: «Soviero Salvatore (Palmese) allontanato per eccessive e reiterate proteste, lo stesso si posizionava sugli spalti ed ingiuriava in maniera continua e veemente il ddg (direttore di gara ndr); poi, entrava senza titolo nello spogliatoio arbitrale e con l’analogo atteggiamento offensivo ed ingiurioso proseguiva ad inveire contro il direttore di gara e verso la categoria arbitrale e cercava di intimidirlo affermando di aver comunicato il tutto al designatore». Da stropicciarsi gli occhi, insomma, per i nostalgici del calcio anni ’90.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE