Scala presenta il suo libro a Poggiomarino, la mamma di Nicola Nappo: «Mio figlio un ragazzo perbene»

1615

Sì è svolto nella sala consiliare di Poggiomarino la presentazione del libro “Napoli Storie Sbagliate” di Tonino Scala, un evento voluto e organizzato dall’associazione Il Quaderno Edizioni. Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Poggiomarino Leo Annunziata e del presidente del consiglio comunale Gerardo Aliberti la parola è passata ai giovani ragazzi dell’Istituto comprensivo Dati 2 di Boscoreale che hanno realizzato questo libro con l’autore e che hanno voluto con le loro letture rappresentare una parte del libro.



mamma-nicola-nappo

Erano presenti come ospiti della serata Mariano Rotondo direttore de Il Fatto Vesuviano, Elisa Balzano mamma del poggiomarinese Nicola Nappo e vittima innocente della camorra, il giornalista de Il Mattino, Francesco Gravetti e Pasqualina Del Sorbo, preside del Dati.

Dopo l’introduzione fatta da Francesco Gravetti che ha anche moderato l’evento, è intervenuta la dirigente dell’IC Dati 2 di Boscoreale Pasqualina Del Sorbo che ha sottolineato il sodalizio che intercorre tra Tonino Scala e i suoi ragazzi un connubio che è poi sfociato in questo libro. Poi è intervenuto Mariano Rotondo che ha portato una sua testimonianza di come la camorra tenta di imporre il suo dominio raccontando anche alcune storie che ha seguito di persona per varie testate giornalistiche, arrivando a definire la camorra «una montagna di merda come dice il mio amico Tonino», e parafrasando Peppino Impastato con la mafia.

Poi la parola è passata a Elisa Balzano mamma di Nicola Nappo (giovane vittima innocente della camorra ndr), la quale ha voluto esprimere la propria gratitudine per questo evento, soprattutto è stata destinataria di una sorpresa da parte dei giovani ragazzi che hanno voluto regalare una piccola candela da portare poi sulla tomba di Nicola: «Mio figlio era un ragazzo perbene, quello che è stato detto dopo la sua morte, oggi ci scivola addosso».

Alla fine ha preso la parola l’autore del libro Tonino Scala che ha raccontato un po’ il contenuto del libro e una parte delle storie narrate, spiegando anche come è nata l’idea di scrivere un libro su un tema così delicato. Alla fine la serata si è chiusa con un balletto fatto da una giovane alunna del “Dati”.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE