La Statale 162 è la strada dove si muore di più: vittime in calo sulla “terribile” 268

2057

L’Asse mediano e la Statale 162 sono le arterie più pericolose della Campania. Lo certifica l’Istat nel report 2015 sugli incidenti stradali nelle Regioni d’Italia. L’indice di mortalità diminuisce nel comune di Benevento sulla Statale 268 dove in effetti era davvero difficile avere dati ancora peggiori rispetto al passato, mentre risulta in aumento l’incidenza di sinistri letali lungo l’autostrada Salerno-Reggio Calabria.



268ok

Nel 2015 il maggior numero di incidenti (il 74% del totale) si è verificato sulle strade urbane, provocando 111 morti (47,2%) e 9.735 feriti (70,8%). Rispetto all’anno precedente, i sinistri diminuiscono dell’1,4% in ambito urbano e del 3,9% sulle strade extraurbane, mentre aumentano del 12,2% sulle autostrade. Gli incidenti piu’ gravi continuano ad avvenire sulle strade extraurbane (6,1 decessi ogni 100 incidenti) e sulle autostrade (3,6). Più della metà dei sinistri stradali (circa il 55%) avviene lungo un rettilineo, sia sulle strade urbane che su quelle extraurbane.

Insomma, se la Statale 162 (sempre dell’ambito vesuviana) è diventata la più pericolosa della Campania, sembrano invece funzionare gli accorgimenti sulla “superstrada della morte”: autovelox, sorpassometro, segnalazioni luminosi e cartellonistica non hanno forse abbassato la pericolosità, ma gli incidenti che si sono verificati non sono alla fine risultati fatali.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE