La smentita della Banca Popolare Vesuviana: «La nostra situazione è solidissima»


738

Dal presidente del Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare Vesuviana, Umberto Dragonetti, riceviamo e volentieri pubblichiamo.



banca-popolare-vesuviana

In riferimento all’articolo pubblicato dal webmagazine “Il Fatto Vesuviano” in data 21 novembre, a firma del giornalista Mirko Dioneo, si precisa che sia il titolo dell’articolo che le dichiarazioni del senatore Stefano Lucidi sono palesemente false e gravemente lesive dell’immagine della Banca Popolare Vesuviana. In particolare, la Banca Popolare Vesuviana non è più in gestione commissariale dal 31.12.2010, data in cui è ritornata in bonis e restituita alla compagine sociale; la Banca presenta una solida situazione patrimoniale e finanziaria che la rende sicuro punto di riferimento per l’economia del territorio in cui opera; tale solidità è certificata dai bilanci ufficiale che sono pubblici e da tutti consultabili; inoltre, la solidità della Banca Popolare Vesuviana è oltremodo confermata dalla recente ispezione periodica della Banca d’Italia che ha espresso giudizio positivo sotto il profilo patrimoniale, economica, commerciale.

Nella foto a corredo di questa smentita si riportano i principali dati patrimoniali della Banca Popolare Vesuviana relativi ai primi 9 mesi del 2016.

La Banca Popolare Vesuviana, inoltre, si riserva ogni azione legale nei confronti del senatore Stefano Lucidi (M5S) e di quanti abbiano danneggiato mediante notizie false, l’immagine ed il prestigio della Banca Popolare Vesuviana.

Risponde il direttore Mariano Rotondo

Gentile presidente, la redazione non ha fatto altro che pubblicare una velina di agenzia che riportava testualmente le parole di un senatore della Repubblica. Naturalmente, e ci mancherebbe altro, abbiamo dato spazio alla sua smentita, diffondendola su tutti i nostri canali comunicativi come e più della stessa nota in cui veniva comunicata l’avvenuta interrogazione parlamentare.

 

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE