Fabbrica dell’orrore a San Giuseppe: lavoravano, dormivano e mangiavano tra topi e sporcizia

5504

Blitz della polizia municipale di San Giuseppe Vesuviano, che insieme ai tecnici dell’Asl Napoli 3 hanno chiuso un’intera palazzina trasformata in un opificio tessile illegale. A condurlo una donna di nazionalità cinese che aveva messo all’opera anche un gran numero di clandestini. La cittadina extracomunitaria è stata inoltre deferita per furto di corrente elettrica: aveva infatti applicato un magnete al contatore.



opifiico-sangiuseppe

Impressionanti le condizioni igienico-sanitarie dell’intera palazzina, dove gli operai erano costretti a lavorare tra la sporcizia ed i topi. Disseminate in giro sono stati infatti trovate numerose trappole e colla per catturare i roditori. Negli stessi locali, inoltre, c’erano le cucine ed i materassi dove i cinesi dormivano.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE