Vogliono la sua casa, ragazza down aggredita con candeggina e mozziconi: vergogna a Boscoreale


1094

Lo scenario è quello di via Passanti Scafati a Boscoreale, territorio sotto il dominio del clan Aquino-Annunziata. La vittima è una ragazza del posto di 29 anni, affetta dalla sindrome di down, e quanto ha subito è veramente da vergognarsi per una vita intera. A raccontare la vicenda è il quotidiano Roma in edicola questa mattina.



UPROAR_CRR1

Al piano di sopra vive una coppia di 60enni con una figlia di 36 che deve sposarsi, e che avrebbe bisogno dunque di una casa popolare. Secondo l’accusa la famiglia punta all’appartamento della ragazza down, sperando con soprusi e aggressioni di allontanare l’intero nucleo familiare per fare liberare quell’abitazione.

Cominciano i soprusi: la 29enne viene definita “mongoloide” e poi ancora le vengono spente addosso decine di sigarette, e viene colpita con la candeggina. La ragazza racconta tutto ai genitori che denunciano i vili comportamenti dei vicini. Si finisce a processo con un’onta di vergogna enorme.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE