Ville interrate a Cava Ranieri, il caso diventa oggetto di un’audizione in Regione

416

«Le ville rustiche di Cava Ranieri di Terzigno di straordinario interesse storico e culturale sono abbandonate nel più completo degrado da almeno dieci anni. Per queste ragioni chiediamo un’audizione in Commissione Cultura». È la sollecitazione urgente formalizzata dal consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Luigi Cirillo che ha richiesto la convocazione del sindaco di Terzigno, Francesco Ranieri, del sovraintendente Massimo Osanna e del Comitato Pro Parco ArcheoGeoNaturalistico Vesuviano.



crollo villa ranieri (7)

«La Villa 6 con i suoi decori era quella più esposta – sottolinea Cirillo – motivo che ha indotto nel 2011 l’interro dopo aver messo in luce il quartiere residenziale e aver posto in sicurezza su appositi supporti lignei gli affreschi del suo interno e pezzi di intonaco, raccolti e sistemati in 44 cassette».

«Nel 2013 il Ministro dei Beni Culturali – precisa – per salvaguardare il futuro delle ville Romane di Terzigno ha deciso per l’interramento. Nella seconda metà di quest’anno – sottolinea – sono stati compiuti ad opera della Soprintendenza di Pompei i lavori di restauro e di interramento di Villa 1 e Villa 2 con una spesa di circa 70mila euro».

«Una non soluzione adottata – evidenzia – in mancanza di un progetto approvato di Parco Archeologico, la sua assenza nei fatti priva la collettività della fruizione di un importante patrimonio storico, artistico e culturale».

«Per capire cosa concretamente si può fare per le ville rustiche di Cava Ranieri di Terzigno – conclude Cirillo – dopo aver effettuato un sopralluogo come Movimento 5 Stelle abbiamo deciso di invitare in Commissione Cultura i vari rappresentanti istituzionali e così intraprendere un percorso per recuperare di uno straordinario patrimonio per troppo tempo dimenticato e abbandonato».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE