Unicef e Arcobaleno Vesuviano, insieme a San Gennarello per celebrare l’importanza dei nonni


183

Insostituibili. Preziosi. Pazienti. Disponibili. Vigili. Difficile bastino questi 5 aggettivi per dipingere il ruolo dei nonni nella società moderna. Sono una sorta di Angeli Custodi, pronti ad ogni evenienza, ad ogni emergenza. Non a caso la loro Festa –  una ricorrenza civile introdotta in Italia il 31 luglio 2005, quale momento per celebrarne l’importanza del ruolo svolto all’interno delle famiglie e della società in generale – “cade” il 2 ottobre, data in cui la Chiesa Cattolica, celebra gli Angeli custodi. Un giorno tutto per loro.



Una mattinata all’insegna dell’emozione, dell’aggregazione e della condivisione quella che si è svolta, ieri mattina all’Istituto comprensivo San Gennarello e precisamente nei plessi di via Pappalardo, via Pozini e nella casa comunale.

L’Unicef in collaborazione con l’Associazione Arcobaleno Vesuviano, ha deciso di anticipare di due giorni, nel capoluogo dell’hinterland vesuviano, l’iniziativa “Nonni raccontateci una storia”, prevista dall’organizzazione umanitaria a livello nazionale per domani, domenica 2 ottobre. Numerosa è stata la partecipazione dei nonni ritrovatisi insieme ai più piccoli per confrontarsi raccontandosi storie ed esperienze.

La mattinata trascorsa tra canti, poesie e disegni da colorare è stata animata dal team esperto de “La Bottega dei Matti” che ha divertito con giochi e bolle di sapone grandi e piccoli. Alla manifestazione, insieme ai membri dell’Arcobaleno Vesuviano, è stata presente anche la delegata Unicef di zona, Maria Michela Angela Nappi, la quale ha distribuito a tutti i bambini presenti gadget dell’organizzazione umanitaria spiegando l’importanza della stessa all’interno della società.

nonni

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE