“Striscia” torna a Pianillo: «Acqua di fogna tra case, ortaggi e per spegnere le fiamme a Terzigno»


395

Striscia la Notizia è tornata sulla vasca dei veleni di Pianillo tra San Giuseppe Vesuviano e Poggiomarino. E lo ha fatto questa sera con il suo inviato della Campania, Luca Abete, che ha mostrato le immagine delle acque di fogna raccolte all’interno del megainvaso e che finiscono tra le coltivazioni, le strade e ad un passo dalle case. Insomma, una bomba ecologica che gli abitanti dell’area conoscono fin troppo bene.



Durante il servizio è stato anche mostrato come quei liquami siano stati usati in estate per spegnare il maxi-rogo esploso sul Vesuvio nel territorio di Terzigno. Ed in tal senso è intervenuto il giornalista-ambientalista, Francesco Servino, che fu il primo a luglio a lanciare l’allarme sul “particolare” fenomeno attuato dagli elicotteri.

Davanti alle telecamere di Canale 5 anche l’ingegnere civile del comitato “No Vasche”, Vincenzo Adamo, ed il presidente del comitato La Voce del Fornillo, Emiliano Capasso, che hanno illustrato l’attuale situazione della rete fognaria a Poggiomarino e dintorni e le soluzioni che finora la politica non ha saputo mettere in atto. Di particolare impatto le immagini del geyser di liquami che fuoriesce da un tombino di via Pasquale Giulio Annunziata a Poggiomarino ogni volta che la pioggia diventa intensa.

abete-pianillo

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE