Pompei piange Fabiano, morto a 20 anni sul lavoro: sequestrata la pressa che l’ha ucciso


1222

Le forze dell’ordine hanno sequestrato il macchinario che ha ucciso il 20enne di Pompei, Fabiano Mazzetti, il giovane rimasto schiacciato da una pressa mentre stava lavorando all’interno dello stabilimento “La Doria” di Fisciano. Si tratta, naturalmente, di un atto dovuto per le indagini. Intanto Pompei piange il ventenne di una famiglia molto nota e benvoluta in città.



fabiano-mazzetti

Fabiano era infatti il figlio di Vincenzo Mazzetti, il segretario cittadino del Pd, proprietario dell’edicola in via Aldo Moro. La mamma Maria è invece segretaria in una scuola. Il 20enne aveva anche un gemello ed una sorella, Ludovica. Intanto il pm a cui è stato affidato il caso sta valutando se fare eseguire l’autopsia sul corpo del giovane o se è invece sufficiente un esame esterno.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE