Poggiomarino, ripulite le caditoie: ma le previsioni meteo per oggi fanno paura

164

Oggi si annuncia un’altra giornata di pioggia sull’area vesuviana e la speranza e che a Poggiomarino possa non accadere quanto avvenuto nelle ultime tre giornate in cui si è verificato un acquazzone: il completo allagamento della città da un punto all’altro e l’esondazione delle vasche di Pianillo e Fornillo cariche di veleni e liquami.



Intanto in città è intervenuta la Sma Campania, l’azienda regionale ambientale che su sollecitazione del sindaco Leo Annunziata e della sua Giunta è arrivata in città al fine di provare a ripulire quantomeno le caditoie, affinché queste possano fare assorbire e contenere una quantità maggiore di acqua.

Tecnici e operai sono stati a Poggiomarino nella serata di venerdì e nella mattinata di ieri, passando al setaccio le singole griglie installate in strada e che sono state liberate da fanghi e detriti, da rifiuti e da qualsiasi altra cosa possa influire nello scorrere delle acque. Al loro fianco il vicesindaco ed assessore all’Ambiente, Nicola Salvati, che ha coordinato i lavori facendo passare il personale Sma nei punti più delicati del territorio poggiomarinese.

Naturalmente, davanti ad una pioggia simile a quella dei giorni scorsi, la pulizia delle caditoie non può che essere un pannicello caldo, nulla più che un semplice deterrente utile per qualche minuto e per qualche centimetro di acqua in meno. Dalla maggioranza del Pd, intanto, il capogruppo e segretario cittadino, Michele Cangianiello, commenta: «Arriva una prima “sperata” risposta dall’istituzione regionale che, in seguito ai continui solleciti formali ed informali, e grazie alla collaborazione di Sma Campania, ha disposto la pulizia delle caditoie».

Chiaro che la stessa Amministrazione poggiomarinese sappia benissimo che occorrono ben altri interventi per ridurre la carica degli allagamenti e soprattutto quella dei liquami che hanno invaso le strade di Poggiomarino. Ancora adesso, infatti, le arterie maggiormente colpite sono cariche di fanghi, mentre altrove i grossi pantani non hanno fatto altro che rovinare il manto stradale ed i marciapiedi, causando grossi voragini e buche a macchia di leopardo un po’ in tutta Poggiomarino.

Una prima prova, intanto, ci sarà proprio oggi quando il tempo dovrebbe diventare nuovamente poco clemente, e la speranza è che la furia della pioggia non sia così potente da mandare ancora una volta Poggiomarino al tappeto. Le automobili danneggiate sono infatti già decine ed i debiti fuori bilancio cominceranno presto a pullulare.

caditoie

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE