Pianillo, telecamere nascoste al Comune: «Siamo pieni di m…» RIVEDI IL SERVIZIO DI STRISCIA


478

L’inviato di Striscia La Notizia, Luca Abete, è tornato in località San Giuseppe Vesuviano per raccontare la disastrosa condizione nella quale versa la vasca Pianillo, opera di ingegneria idraulica costruita dai Borbone per ricevere le acque piovane che discendono dalle pendici orientali del Vesuvio, ma che da decenni viene letteralmente “imbottita” di scarichi reflui provenienti da migliaia di abitazioni del comune vesuviano. CLICCA QUI PER VEDERE IL SERVIZIO ANDATO IN ONDA IERI SERA



Questa estate la vasca è tornata agli onori della cronaca quando le sue acque sono state utilizzate per spegnere l’incendio che ha colpito il Vesuvio. Ma andiamo con ordine. Tutti in paese sembrano conoscere la drammatica vicenda della Vasca Pianillo. Il deficitario sistema fognario della zona vesuviana ha reso necessario scaricare le fogne all’interno dell’invaso borbonico, trasformato così in una vera e propria cloaca a cielo aperto che lambisce terreni coltivati e centinaia di abitazioni.

Le telecamere di Striscia la Notizia hanno poi mostrato che anche al Comune tutti dimostrano di sapere la storia della vasca. Abete, che già nel 2008 si era occupato di questo caso, ha dovuto quindi constatare che negli anni nulla è cambiato. L’inviato ha poi mostrato le immagini di un elicottero che preleva quelle stesse acque inquinate probabilmente per domare l’incendio che ha interessato, lo scorso luglio, un’ampia area boschiva del Vesuvio.

Pertanto, se da una parte c’è un intero paese che, non disponendo di un corretto sistema fognario, scarica reflui urbani in una vasca nata per ospitare le acque meteoriche, dall’altra c’è chi presumibilmente ha utilizzato quelle stesse acque inquinate per spegnere un incendio sul Vesuvio. Insomma, le telecamere di Striscia, ancora una volta, raccolgono l’emergenza che proviene da una terra martoriata e ci restituiscono le immagini di un duplice disastro che si poteva evitare.

striscia

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE