Il gip del tribunale di Nola ha emesso un decreto di sequestro beni per circa 2 milioni di euro a carico del legale rappresentante di una società di commercio auto a Brusciano, che possiede anche una attività di riparazione carrozzerie, che non ha mai dichiarato redditi.

Il volume d’affari dell’uomo, che ha rapporti anche con grandi società dell’area di Pomigliano d’Arco, ricostruito da una indagine partita da un accertamento fiscale, è di oltre 7,5 milioni di euro. Sigilli a conti correnti, carte di credito, quote societarie e due immobili.

finanza-auto