Il Napoli non c’è più, perde in casa con i turchi e complica anche la Champions: ecco le pagelle


225

Reina: Giochiamo senza portiere. Voto 4



Chiriches – Koulibaly: Il rumeno redivivo e il gigante d’ebano non hanno colpe specifiche sui gol turchi, ma la coppia difensiva di una squadra che becca tre gol in casa non merita la sufficienza. Voto 5.5 – 5.5

Maggio – Ghoulam: A Cristian vogliamo bene, ma proporlo in Champions quando l’anno scorso non giocava neanche le partitelle appare quanto meno azzardato. Male sulla sinistra l’algerino che corre tanto ma combina nulla. Voto 5 – 5

mertens

Hamsik: Uno dei pochi a salvarsi. Voto 6

Zielinsky: Tanto agonismo ma concretizza poco. Voto 5.5

Jorginho: Non era partito male, ma quell’errore è troppo grave. Voto 4

Callejon: In ripresa. Voto 6

Insigne: Reagisci, non ascoltare i fischi, anzi zittiscili e fa lo stesso con i tuoi procuratori, infine levati quella tintura. Voto 4

Mertens: Sbaglia due gol, uno lo realizza, si procura due rigori, attualmente imprescindibile per il Napoli. Voto 7

Gabbiadini: Avesse sbagliato pure lui il rigore…a differenza di Lorenzo però, Manolo è rigorista. Aveva segnato anche il gol del 3-2, peccato sia stato annullato. Voto 6

Diawara: Tanta personalità. Voto 6

Allan: S.V.

Sarri: È in confusione nella gestione della rosa. La squadra non sembra seguirlo, il gioco della scorsa stagione, quest’anno non si è praticamente mai visto anche nelle vittorie iniziali. La mazzata pesantissima del mercato estivo, quella pesante dell’infortunio di Milik hanno depresso ambiente e buona parte dei giocatori, nonché rotto degli equilibri che il mister non sembra riuscire a ricucire. Troppi errori dei singoli, una fase difensiva disordinata e tanti punti interrogativi tattici e non, per una formazione abbandonata anche dalla fortuna. Nessuna tragedia, non dobbiamo vincere il campionato, tanto meno la Champions, per cui con tutte le difficoltà del caso, restiamo vicini ai nostri ragazzi e ai nostri colori. Non avessi un ‘obbligo morale’, avrei preferito il silenzio, la ‘penna’ non può essermi d’aiuto, non ho uno sfogo da buttar fuori, non sono deluso ne’ arrabbiato, rassegnato forse, razionale e realista sicuramente. Si mediti su un aspetto: puntualmente sul (presunto) più bello, la società fa un velato passetto all’indietro, durante l’altalenante stagione che ne consegue, a salire sul banco degli imputati sono quasi esclusivamente calciatori e allenatori. Cambiano gli attori, ma la sostanza resta immutata.

Arbitro: Primo rigore netto, secondo generoso, male i suoi assistenti, il gol annullato a Gabbiadini è un caso spinoso del regolamento, il terzo turco è in off-side. Voto 5.5

Besiktas: Se fra 15 giorni abbiamo risolto i problemi che ci attanagliano, gli restituiamo il conto. Squadra arcigna, brutto cliente, come quarta fascia la peggiore da pescare ma assolutamente alla nostra portata. Un plauso ai loro supporters, spettacolo puro.

Girone: Abbiamo riaperto un gruppo che potevamo vincere ‘facile’ dopo le prime due giornate. Trovata la luce in fondo al tunnel, sapremo rimettere le cose a posto.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE