È morto Vincenzo D’Avino, Poggiomarino in lutto per il “re dello zucchero”

3705

Lutto a Poggiomarino che perde il suo imprenditore più importante. È deceduto infatti Vincenzo D’Avino, 89 anni, da sempre alla guida dalla D’Avino Zucchero e considerato appunto “il re dello zucchero”. Vincenzo ereditò l’azienda di famiglia dal padre Francesco, che dal 1927 commerciava anche prodotti sfarinati in quella che allora era una piccola impresa.



davino

Poi il passaggio, appunto, al figlio che trasformò “il giocattolo” in una holding capace di esportare i propri prodotti anche all’estero, facendo diventare il marchio D’Avino il più diffuso nei bar e nelle caffetterie di tutta Europa. Nel corso della sua azione imprenditoriale, l’89enne ha dato lavoro ad almeno un migliaio di persone: attualmente l’azienda conta circa 50 dipendenti che lavorano nello stabilimento, ma l’indotto è davvero ampio ed impiega almeno un altro centinaio di individui.

L’ulteriore crescita della D’Avino si deve all’inserimento in società del figlio Francesco, attuale amministratore unico. Insieme, padre e figlio, furono i primi lanciare le bustine di zucchero monouso in tutto il Mezzogiorno d’Italia. Il primo macchinario fu infatti messo in funzione nel 2001, quando ai banconi di mezzo “Stivale” si usavano ancora le zuccheriere. E dalla mente dei D’Avino sono nate anche le bustine con foto, immagini, frasi poi diventate da collezione.

Oggi l’addio a Vincenzo nella parrocchia di Sant’Antonio da Padova, con Poggiomarino che ha sempre lamentato il mancato conferimento del titolo di “Cavaliere del Lavoro” a colui che viene considerato il più brillante imprenditore della storia cittadina, una dinastia che sta continuando con l’innovazione apportata alla società dal figlio Francesco.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE