“Una colazione da re”, ecco sei semplici regole da seguire


222

Si sente spesso dire che la colazione è il pasto più importante della giornata. È veramente così, o è solo una delle tante dicerie che circolano in tema di nutrizione? Questa volta l’informazione è corretta; sempre più studi confermano infatti come fare una prima colazione abbondante, sana ed equilibrata permetta di avere un metabolismo efficiente, di evitare bruschi cali di concentrazione a metà mattina e mantenere una buona efficienza fisica e mentale nel corso di tutta la giornata.



L’ideale sarebbe quindi impostare i pasti secondo l’antico detto “Colazione da re, pranzo da principe e cena da povero”. Via libera quindi a nutella, dolci e cornetti? La risposta è NO e la motivazione è da ricercarsi nel nostro assetto ormonale. Dopo il lungo digiuno notturno il nostro corpo ha infatti alti livelli di cortisolo e bassi livelli di insulina; in parole semplici è programmato per bruciare grassi anziché zuccheri. Una colazione con un indice glicemico troppo alto (contenete troppi zuccheri semplici), come lo è ad esempio la classica colazione con fette biscottate e marmellata, non farà altro che far aumentare rapidamente il livello di zuccheri nel sangue; questo livello però si abbasserà in modo altrettanto repentino facendoci sentire affamati e stanchi già alle 10 del mattino.

Una piccola parentesi per le mia amiche donne. Lo sapete di chi è amica l’insulina? Di una classe di ormoni chiamati estrogeni; quelli che quando sono presenti in quantità eccessiva attivano l’enzima collagenasi. Cosa significa tutto ciò? Che alti livelli di insulina causano alti livelli di estrogeni che causano… sì LEI: LA CELLULITE! Si tratta di una patologia alla quale concorrono diversi fattori, ma gli estrogeni ne sono sicuramente il primus movens; reimpostare la colazione è quindi il primo passo da fare per combatterla.

Quindi ricapitolando: al mattino possiamo concederci una colazione abbondante senza che questa ci faccia ingrassare ma dobbiamo limitare i cibi con un indice glicemico troppo alto (leggi cereali soffiati, cornflakes, marmellate, fette biscottate).

Quindi cosa mangiare? Sostituite i classici cereali da colazione con i fiocchi d’avena o fiocchi di riso o fiocchi di grano; sostituite gli yogurt alla frutta 0,1 % di grassi con yogurt intero naturale; è troppo acidulo? Potete aggiungere un cucchiaino di miele o marmellata; sostituite le fette biscottate con del pane di segale o di farro o integrale; sostituite i succhi di frutta con le spremute o i centrifugati fatti in casa; ricordate di aggiungere sempre una piccola quota proteica (latte, yogurt, prosciutto crudo dop..); arricchite la colazione con della frutta secca.

Un esempio di colazione per un soggetto sano normopeso potrebbe essere uno yogurt intero naturale con fiocchi d’avena, mandorle e un cucchiaino di miele. Ma un momento chi l’ha detto che la colazione deve essere per forza dolce? Provate a mangiare una fetta di pane di segale con due tre fette di prosciutto crudo Dop o un uovo in camicia (no, le uova non fanno alzare il colesterolo!), un frutto e 4 noci. Scommettiamo che vi sentirete carichi come non mai? *Biologa Nutrizionista – Consulente Haccp

colazione

 

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE